Close
Naturalmente Toscano - Via del Pretorio 1 58055 - Semproniano - GR

Noi di Naturalmente Toscano

La collaborazione con l’Università di Agraria di Firenze ha dato vita al progetto “La memoria dei semi” che ha permesso agli agricoltori dell’Associazione “La Piazzoletta” di Semproniano di iniziare a coltivare appezzamenti sperimentali di grani antichi.
Nel corso degli anni questi appezzamenti sono aumentati coinvolgendo sempre nuove terre ed agricoltori appassionati, dando così la possibilità di commercializzare grani coltivati secondo natura e preziosi per la salute.
Nasce così NATURALMENTE TOSCANO per promuovere e vendere questi prodotti delle nostre colline ai piedi dell’Amiata, dove tradizione e ricerca si incontrano per recuperare e riprodurre la ricchezza di un patrimonio genetico antico a rischio di estinzione.

Le varietà di frumento che vengono coltivate sono quelle con glutine di media bassa forza, con quantità elevata di metaboliti secondari. Queste caratteristiche si ritrovano principalmente nelle vecchie varietà che garantiscono una migliore qualità alimentare e la salvaguardia del consumatore nel massimo rispetto dell’ambiente produttivo.

La coltivazione delle vecchie varietà, grazie alla caratteristica taglia alta suscettibile all’allettamento prevede la rotazione e la pratica del sovescio (miscuglio di leguminose, graminacee e crucifere) senza l’uso di concimi, lasciando al grano la possibilità di utilizzare la “forza vecchia”, derivata dalla mineralizzazione della sostanza organica umificata nel terreno.

Il frumento tenero che viene seminato è di diverse varietà di grani teneri:
– autonomia, abbondanza, frassineto, gentil rosso, rieti, sieve, verna
– varietà sperimentale: EVOLUTIVO
– varietà grani duri: etrusco
– varietà farri: Farro monococco



IL FARRO MONOCOCCO
Contiene glutine di tipo A, il più antico e di scarsa tenacità, che permette una più facile digeribilità rispetto agli altri cereali (circa 18W).
Il suo contenuto di proteine è molto rilevante (18%) superiore a quello di tutti gli altri cereali coltivati (10-12%).
Un’altra caratteristica importante che differenzia il farro monococco dai grani moderni si trova nella quantità dei due tipi di amidi presenti in ogni varietà di cereale: l’amilosio e l’amilopectina, entrambi coinvolti nel processo di assimilazione.
Durante la digestione, nei grani moderni l’amilopectina viene rilasciata rapidamente causando spesso un picco iperglicemico, mentre l’amilosio viene rilasciato più lentamente e viene assorbito dal sangue in modo più graduale e leggero.
A differenza del grano moderno, il farro monococco contiene molto più amilosio che amilopectina, permettendo di mantenere normale il livello di zuccheri dopo i pasti e dando un maggiore e più prolungato senso di sazietà.
Il farro monococco contiene, inoltre, molte vitamine e minerali, fino a tre o quattro volte più caroteni e molto più fosforo e riboflavina dei grani moderni.
Infine è ricco di vitamina E, nota a tutti per le sue proprietà antiossidanti.
Per questo motivo tutti i nostri prodotti di farro monococco ( tagliolino all’uovo, linguine, pastina, biscotti al cioccolato, chicchi perlati, zuppe cereali e legumi, farina) sono alimenti molto nutrienti e più facilmente digeribili

STORIA
Il farro monococco o “piccolo farro” è una delle prime specie addomesticate dall’uomo più di 10 mila anni fa, basti pensare che la parola farina deriva da farro.
Questa specie così importante e padre di tutti i frumenti è tipicamente mediterranea.
Si presenta come una pianta di taglia media le cui spighe contengono un solo piccolo chicco ma ha un’essenza aromatica inconfondibile.
Riscoprire questi prodotti genuini e scegliere questo antico cereale vuol dire arricchire la propria dieta con sapori e tradizioni del passato.
Nonostante il bassissimo valore del “W” può essere utilizzato per tantissime preparazioni:
– pasta all’uovo, torte e biscotti, e anche, con particolari accorgimenti nella panificazione, nel pane lievitato con PASTA MADRE



IL GRANO DURO ESTRUSCO
Il GRANO DURO ETRUSCO rispetto ai grani duri moderni contiene il 20-40% in più di proteine, acidi grassi essenziali, vitamine e minerali: in particolare selenio, magnesio, zinco e vitamina E.
La varietà Khorasan ha un glutine molto destrutturato che spiega la sua alta digeribilità

STORIA
L’origine del Grano duro Etrusco è molto antica e la sua natura e struttura genetica sono tutt’oggi invariate. Il suo nome deriva dal ritrovamento dei suoi chicchi in una Tomba etrusca di Volterra, anche se le sue origini sono individuate in una regione del Khorasan (IRAN).
La sua spiga, due volte quella del grano comune e ad alta resa permette una coltivazione priva di concimi e diserbanti.

SEMOLA
Adatta per la preparazione di pasta fatta in casa da sola o in combinazione con altre farine di grano antico

SEMOLA RIMACINATA
Adatta per la preparazione di torte, biscotti, pane e pizza, da sola o in combinazione con altre farine di grano antico

PASTA
La pasta ottenuta dalla lavorazione del grano duro antico “Etrusco” è non solo gustosa e nutriente, ma anche digeribile e leggera!
Trafilatura al bronzo ed essiccazione lenta e a bassa temperatura servono a mantenere intatti sapore e proprietà nutritive del grano ETRUSCO

Il nostro grano duro etrusco viene coltivato proprio dove sono stati ritrovati i resti di una Fattoria Etrusca, nei terreni argillosi del vecchio “Granaio della Maremma”.
Il grano dell’anno, viene macinato in piccoli lotti, trasformato in pasta e immediatamente commercializzato.

Ottima con ogni tipo di condimento , ma anche solo con olio extravergine di oliva.
Tempo di cottura: 8 minuti

Ingredienti: 100% semolato di grano Etrusco (TRITICUM TURGIDUM TURANICUM in purezza), acqua

Autocertificazione e Disciplinare
Autocertificazione provenienza merce
Disciplinare Grani Antichi



Style switcher RESET
Body styles
Color scheme
Background pattern
Background image